Come R-esistere al degrado ?

come resistere al degrado
Condividi

Comunicazione, spazi e simboli di Resilienza Urbana Introduzione “È importante sapere che le parole non muovono le montagne. Il lavoro, l’impegnativo lavoro muove le montagne”, così scriveva il grande sociologo e poeta Danilo Dolci. Proprio da questa celebre frase, vorrei porre grande attenzione ad uno dei processi che, secondo me, è uno strumento adatto per l’affronto, l’analisi e resistenza al degrado urbano, che oggi come non mai, impregna le nostre città, i nostri quartieri, ovvero: il lavoro socio-culturale delle associazioni. Un degrado che racchiude diverse dimensioni tra cui quello linguistico, sociale, economico e culturale. Lo strumento socio-culturale preso in esame, si converte in un vero e proprio mezzo di trasmissione, condivisione, partecipazione e comunicazione che si relaziona all’indifferenza, al degrado Leggi di Più

Condividi

Sociosofia – Una introduzione

Sociosofia - Introduzione alla Teoria
Condividi

Sociosofia – Cosa significa ? Sociosofia non significa semplicemente una proposta di miglioramento. Non si tratta di una qualche riforma o di un’innovazione. La Sociosofia rappresenta il passaggio da un mondo che tramonta ad uno che sorge. Sulla Teoria di Mario Haussmann Essa è la transizione epocale dal mondo com’era finora, fatto di potere e della prevaricazione di un essere umano su un altro, ad un mondo di completa libertà e sovranità individuale, nel quale sia possibile la completa fioritura del potenziale insito in ogni essere umano. L’arrivo della Sociosofia rappresenta un evento di una portata inimmaginabile, per il quale non esistono paragoni in tutta la storia. La Sociosofia prepara questo evento straordinario insegnando come costruire nuove strutture e dinamiche Leggi di Più

Condividi

Chiara Saraceno | Sociologa Italiana

Chiara Saraceno
Condividi

Chiara Saraceno è una sociologa e filosofa italiana, nata il 20 ottobre 1941, a Milano. Ha conseguito la laurea in filosofia. Fino al 2008 è stata docente di Sociologia della Famiglia presso la facoltà di Scienze Politiche all’Università di Torino. Dall’ottobre 2006 a giugno 2011 è stata docente di ricerca presso il Wissenschaftszentrum für Sozialforschung di Berlino. Attualmente è honorary fellow al Collegio Carlo Alberto di Torino. È sposata con il politologo Gian Enrico Rusconi. La Saraceno è famosa per aver condotto studi sulla famiglia, sulla questione femminile, sulla povertà, le politiche sociali e la teoria dei gender. In uno dei suoi studi prova a spiegare le ragioni di chi si oppone al riconoscimento dei diritti delle persone gay e lesbiche, in cui ne analizza una specie di doppio binario, Leggi di Più

Condividi